Fisioterapia 2000 | Analisi Posturale & Spinometria

Analisi Posturale & Spinometria

Sei interessato o vuoi ulteriori informazioni?

Una postura bilanciata è essenziale per il mantenimento dell’efficienza muscolo-scheletrica, per la prevenzione delle sindromi algiche e, più in generale, per l’ottimizzazione dello stato di salute e della qualità della vita.

In particolare, la perdita dell’allineamento del tronco è tra i fattori più comuni: nella patogenesi delle malattie della colonna vertebrale, nelle manifestazioni dolorose croniche o ricorrenti e  nel progressivo deterioramento della funzionalità motoria in ambito occupazionale, sportivo e nella vita quotidiana.

 

Inoltre, anche in relazione alla concomitante diffusione di stili di vita scorretti quali sedentarietà e iperalimentazione, fin dalla giovane età gli squilibri posturali sono spesso responsabili di disturbi muscolo-scheletrici, con manifestazioni che spaziano dalla lombalgia alla dorsalgia,  dalla cervicalgia alla cefalea.

Da uno studio recente è emerso che il dolore della colonna    vertebrale è già un problema nel 12,7% dei bambini delle scuole  elementari e che una postura scorretta aumenta di 2,5 volte il  rischio di sintomatologia algica[1].

L’ottimizzazione posturale, nella nostra esperienza, trova    grande validità anche nel soggetto sportivo professionista:    migliorandone non solo lo stato di salute, ma soprattutto le performance sportive.

Anche se può sembrare strano, mal di schiena, formicolii, vertigini, mal di testa, torcicollo, dolori cervicali, dolori alle articolazioni e ridotta prestazione sportiva sono sintomi diversi tra loro, che trovano spesso una causa comune nella postura scorretta.

Che cosa fare. Numerosi studi hanno dimostrato che gran parte di questi disturbi sono funzionali e non hanno origine strutturale – cioè morfologica, ossea.

Alcuni disturbi – come un piede piatto, un’alterazione della vista, una malocclusione dentale o un blocco vertebrale – possono causare squilibri posturali, con sintomatologie dolorose a vari livelli. Non ha senso, perciò, ricorrere a diagnosi invasive con raggi X per cercare presunti disturbi ossei. Occorre una diagnosi diversa.

La ricerca ha sviluppato una metodica non invasiva per individuare problemi funzionali: la spinometria formetric®, una tecnica rivoluzionaria e innovativa, che si avvale della più alta tecnologia ottica e informatica. Nata come alternativa non invasiva alla radiografia nel monitoraggio della scoliosi infantile, ha allargato le sue applicazioni all’indagine dei disturbi funzionali quali appunto mal di schiena, formicolii, vertigini, mal di testa, torcicollo, dolori cervicali, dolori alle articolazioni, etc. 

X

Contattaci

039 2457825 O